Foto di una donna mentre fa stretching su un tappetino grigio

Tornare in forma dopo la gravidanza

Perdere peso dopo il parto è uno dei più grandi desideri di una donna. Per questo un'alimentazione equilibrata è molto più importante di una dieta drastica.

 

Dopo il parto è normale voler tornare come prima. È quindi importante perdere peso gradualmente ma in modo permanente, mangiando sano e passeggiando già dal periodo dell’allattamento senza cedere alla tentazione di fare una dieta drastica.

Sono necessari fino a 12 mesi per perdere tutto il peso assunto durante la gravidanza, anche se ciò può avvenire più rapidamente allattando o nel caso di un parto naturale e più lentamente se il bambino mangia dal biberon o è nato con un parto cesareo. Ovviamente dipende anche dalla quantità di esercizio fisico.

Quando mettersi a dieta dopo il parto.

È importante non fare diete drastiche per provare a perdere troppo rapidamente il peso assunto durante la gravidanza. Avere un bambino può stancare dal punto di vista fisico ed emotivo, e le neomamme devono assicurarsi di mangiare bene e al contempo di fare una vita più sana e attiva possibile

Usando il biberon, il momento ideale per iniziare a ridurre le calorie e fare esercizio regolare è sei settimane dopo il parto, anche se in caso di parto cesareo può essere necessario attendere 10-12 settimane per iniziare a fare ginnastica. Allattando, invece, un metodo per perdere peso sarà il consumo extra di calorie bruciate per produrre il latte, oltre a una dieta sana e ad un regolare esercizio fisico.

Se al termine dell’allattamento il peso non è diminuito, è ora di ridurre l’assunzione di calorie.

Come mangiare

Per mantenere un corretto peso corporeo, le donne hanno bisogno in media di 2.000 kcal al giorno. Per calare di peso gradualmente, si deve ridurre l’assunzione di calorie di circa 500 kcal al giorno, per perdere 0,5-1 chili la settimana fino a raggiungere il proprio peso forma. Tuttavia, allattando saranno necessarie circa 300 calorie extra al giorno per produrre latte a sufficienza.

Fare colazione ogni mattina è importante: le persone che fanno colazione hanno diete più equilibrate, sono meno inclini ad essere in sovrappeso e dimagriscono con maggiore successo di quelle che la saltano. Inoltre aiuta a mantenere alti i livelli di energia (cosa utile dopo una notte faticosa con il bambino) e migliora l’umore. Tra gli alimenti consigliati vi sono cereali, pane, frutta, frullati e latte.

Un’alimentazione bilanciata è la chiave di tutto. Si dovrebbe mangiare ogni giorno almeno cinque porzioni di frutta e verdura di vari tipi; pesce due volte la settimana, compresa una porzione di pesce grasso perché è fonte di grassi acidi contenenti omega-3 che aiutano a ridurre il rischio di patologie cardiache; ridurre i grassi saturi è utile perché possono causare l’aumento dei livelli di colesterolo e contengono molte calorie, quindi è bene mangiare latticini a basso contenuto di grassi, tagli di carne magri e cucinare il cibo al forno, sul grill o nel microonde invece di friggerlo o farlo arrosto; evitare bibite e snack che contengono zuccheri dovrebbe essere una buona abitudine.

È importante non saltare i pasti: con cinque o sei piccoli pasti è possibile ottenere un risultato migliore che con tre abbondanti. Mangiare lentamente è altrettanto rilevante: masticando a lungo il cibo, si ha meno probabilità di mangiare troppo e ci si accorge più facilmente di essere sazi.

La qualità del latte è influenzata dalla dieta e vi sono prove che i cibi mangiati durante l’allattamento possono influire sui gusti del bambino, quindi mangiare bene è ancora più importante. Il formaggio a basso contenuto di grassi spalmato su pane di farina d’avena, muesli o cereali, banana su pane integrale, frutta essiccata, carote tagliate a fiammifero con hummus, noci o ancora pezzi di melone, papaya o ananas, uva, fragole, mela o pera e spicchi di arancia: sono tutti spuntini veloci e sani.

Dopo quanto tempo fare ginnastica.

Nel caso di un parto naturale, è sicuro iniziare nuovamente a fare esercizio fisico dopo circa sei settimane; a seguito di un parto cesareo, è meglio attendere 10-12 settimane.

Questo non è il momento di intraprendere un regime ad alta intensità. È necessario Iniziare lentamente e aumentare gradualmente forza e resistenza. In principio è bene evitare corsa e lezioni di fitness di forte impatto. Durante la gravidanza, i muscoli della zona pelvica si indeboliscono e non sono ancora pronti per questo tipo di sforzo. È meglio evitare anche corsi con molte torsioni e rotazioni improvvise come la Zumba, poiché nelle prime settimane è più facile subire un infortunio.

Per dimagrire in modo sicuro, si può uscire quotidianamente per una passeggiata con il bambino in carrozzina o passeggino. Iniziando con 10-20 minuti, quindi arrivando fino a 30 minuti almeno cinque giorni la settimana. Una volta raggiunto questo traguardo, si può aumentare il passo per bruciare i grassi, con l’obiettivo di arrivare a percorrere 1,6 km in 15 minuti o meno.

È una buona idea frequentare corsi di ginnastica post parto come il pilates o lo yoga, in modo da sviluppare la forza muscolare ed estendere i muscoli in modo sicuro. Inoltre puoi acquistare anche un DVD di ginnastica post-parto, così da poter fare un po’ di movimento quando il tuo bambino dorme.