Le ustioni di primo e secondo grado

Le ustioni di primo grado non sono rare ma nemmeno gravi. Vediamo assieme com'è possibile curarle ricorrendo anche solo a mezzi di primo soccorso.

 

Possiamo causarci piccole ustioni, comunemente indicate come ustioni di primo grado, anche in casa. Le cause possono essere molte: dagli incidenti in cucina all’acqua bollente in bagno. Queste possono essere auto-medicate, ma in caso di ustioni più gravi dovresti rivolgerti a un medico.

È un’ustione grave o può essere auto-medicata?

Le ustioni di primo grado danneggiano solo l'epidermide, lo strato più esterno della pelle, e anche se possono essere dolorose, rosse o gonfie, non sono molto gravi e possono essere trattate come ustioni minori e quindi auto-medicate. In genere il rischio di infezioni e cicatrici è molto basso. La maggior parte delle scottature solari sono ustioni di primo grado e possono essere trattate allo stesso modo.

Le ustioni di secondo grado invece sono lesioni più profonde che interessano anche il derma (il secondo dei tre strati cutanei) e possono portare a pelle rosa e chiazzata e  alla formazione di vesciche. Se la bruciatura è più piccola di 7 cm, puoi trattarla come un’ustione minore.

Dovresti rivolgerti immediatamente ad un medico nel caso di ustioni chimiche o elettriche, nel caso siano coinvolti bambini piccoli o donne in gravidanza, nel caso in cui qualcuno abbia inalato molto fumo e mostri sintomi come ustioni facciali, peli nasali bruciati, tosse o difficoltà respiratorie. È necessario l’intervento di un esperto anche quando la pelle all’interno o attorno alla bruciatura è bianca o carbonizzata, quando l’ustione è più grande delle dimensioni di una mano oppure se l’ustionato presenta vesciche su mani, braccia, piedi, gambe, viso o genitali.

Come curare un’ustione minore

In primo luogo, rimuovere qualsiasi indumento o gioiello vicino alla bruciatura e raffreddare l'area tenendola sotto acqua fredda corrente, per 10-20 minuti. Per le scottature solari, saltare questo passaggio.

In seguito è necessario applicare una crema, un gel o una schiuma che raffreddi e idrati la pelle perché, quando brucia, perde la sua capacità di mantenere l'umidità. Di conseguenza la guarigione è più lunga e mantenere la zona idratata è più difficile.

È infine importante mantenere l'area pulita e idratata mentre guarisce. Il dolore, che dovrebbe ridursi entro 2 o 3 giorni, può essere alleviato con un antidolorifico come il paracetamolo o l'ibuprofene, facilmente reperibili in farmacia.

Applicare Bepanthenol Schiuma Spray

 

 

 

 

 

 SCOPRI DI PIU' >

Bepanthenol Schiuma Spray rinfresca rapidamente la pelle in caso di ustioni e scottature solari di lieve entità, esplica un’azione idratante di lunga durata che favorisce il processo di guarigione naturale e calma la pelle irritata.

Dopo aver sciacquato la zona ustionata sotto l'acqua fredda (se non si tratta di una scottatura solare), spruzza Schiuma Spray: formerà un sottile strato che verrà assorbito rapidamente dalla pelle. Siccome non è necessario strofinare, può essere applicata senza irritare ulteriormente la pelle ustionata, che è già sensibile. È possibile riapplicarla tutte le volte che vuoi ed è adatta anche ai bambini.

 

 

 

 

 

È un dispositivo medico . Leggere le avvertenze. Autorizzazione ministeriale del 17/04/2018.